Hatha Yoga

Orari 2018-2019: martedì 20.30 > 22.00

Lo Hatha Yoga è una forma di Yoga basato su una serie di esercizi psicofisici, originati nelle scuole iniziatiche dell’India e del Tibet. Benché sviluppatosi in tempi antichissimi all’interno del subcontinente indiano, dove la religione predominante era quella induista, la pratica dello yoga non è una pratica religiosa, né parte della religione induista, per questo ad oggi molto praticato anche in occidente e varie altre aree del mondo da persone di svariate religioni e provenienze sociali ed etniche.

Lo Hatha Yoga insegna a dominare l’energia cosmica presente nell’uomo, manifesta come respiro, e quindi a conseguire un sicuro controllo della cosa più instabile e mobile che si possa immaginare, ossia la mente, sempre irrequieta, sempre pronta a distrarsi e a divagare.

In tal maniera lo yoga, influendo insieme sulla vita psichica e su quella fisica dell’individuo, che del resto pensa strettamente congiunte, si propone di compiere una revulsione immediata dal piano dell’esperienza quotidiana, umana e terrena, e di attuare con grande prontezza il possesso della più alta beatitudine. Ecco perché lo Hatha Yoga è anche chiamato “la via celere”.

Chi ne segue le regole non è più un uomo comune ma diventa un Siddha, cioè un uomo perfetto. Uno dei segni ch’egli è un uomo perfetto è appunto lo straordinario dominio sugli elementi, quale si mostra con la pratica del tummò, in virtù della quale l’asceta prova di poter cambiare per suo volere le condizioni stesse della vita.

Carmelo Ambra Inizia la sua ricerca sul significato profondo dello Yoga nel 1979 frequentando, a Catania, i corsi di Vanda Wani, insegnante della Federazione Italiana Yoga.
Successivamente, prosegue lo studio e la pratica dello Yoga presso il “CentroYogaSamaj” ove partecipa ai seminari annuali tenuti dal maestro tantrico Sharma Yogin di Khajuraho(India).Nello stesso periodo entra in contatto con gruppi culturali e comunità dedite allo studio delle filosofie orientali quali gli Anandamarga e gli HareKrishna.

Dall’85 sviluppa la conoscenza dell’antica pratica giapponese “Katsugen Undo”, collaborando  all’organizzazione di seminari diretti a promuoverne la diffusione.

Nel 1986 si trasferisce a Roma, ove frequenta, per quattro anni, l’Associazione Culturale “Brahmanda”, direta da Pietro R. Veri.    

Nel 1987 compie un viaggio in India, ove ha l’opportunità di visitare l’Istituto “Kuvalayananda” che si rivela di grande importanza per l’arricchimento del suo percorso spirituale ed umano.

Nel 1989 consegue l’attestato di abilitazione all’insegnamento dello Yoga presso l’Accademia dello Yoga di Roma.

Nel 1992 partecipa al corso introduttivo di riflessologia del piede (metodo Zu) del maestro Alfredo Esposito Baldassare, presso l’Associazione Yoga Samaja a Catania

Dal 1993 si dedica intensamente all’insegnamento dello Hatha Yoga che diviene la sua attività prevalente, svolta nelle palestre e nei centri per il benessere psicofisico della capitale. Annualmente, organizza seminari intensivi il cui obiettivo è quello di avvicinare le persone allo yoga e alla Meditazione Kundalini

Nel 2003 frequenta il corso avanzato di massaggio ayurvedico yoga, conseguendo, nel 2004, il relativo attestato dall’insegnante Shakti Martinez Concepción.