Assemblea aperta di SCUP // A che punto siamo?

∎ ASSEMBLEA APERTA SCUP – A che punto siamo?

Scup è uno spazio aperto, attraversabile in molti modi: come allieve della palestra popolare, o come istruttori; da commensali o da cucinieri; come produttrici, artigiani, come associazioni o come singoli; da adulti o da giovani e giovanissime; come semplici curiosi in cerca di un luogo conviviale in cui poter scambiare due chiacchiere. Modi e prospettive diverse ma con l’obiettivo condiviso di creare e rafforzare una comunità territoriale.

Scup è la risposta alla mancanza di luoghi di aggregazione, socialità e creatività; è la risposta alla precarietà in cui viviamo ma che siamo stanchi di dover subire; la risposta al vuoto di soluzioni politiche delle amministrazioni di tutti i livelli.

Dal 2012, l’anno della prima occupazione in via Nola, abbiamo scelto di agire e non di subire. Abbiamo scelto i gesti e le pratiche dell’occupazione, dell’autogestione e dell’autorganizzazione. Abbiamo scelto di essere protagonisti delle nostre vite e del nostro futuro, a dispetto della cecità e dell’ostruzionismo sociale e politico in cui viviamo.

Negli ultimi due anni e mezzo, da quando abbiamo liberato lo spazio in via della Stazione Tuscolana, abbiamo pulito, imbiancato, costruito palchi, palestre e cucine. Insomma, ci siamo letteralmente rimboccati le maniche per dare nuova vita ai tre capannoni dell’ex scalo merci adiacenti ai binari della stazione.

Scup è uno spazio attraversato da persone, idee, sogni e progetti diversi; uno spazio per conoscerci e conoscersi; uno spazio che guarda lontano, dando il fianco ai treni che passano e che prova a viaggiare insieme a loro; uno spazio che cresce ogni giorno, pezzettino su pezzettino.

Questo è l’anno dei grandi cambiamenti: stiamo decidendo di costituirci in soggetto giuridico – ma senza formalizzarci troppo! Stiamo provando ad allargare i vari settori che animano Scup: la palestra popolare, il mercato con produttori a filiera corta e artigiani del riuso/riciclo, l’osteria popolare, le attività culturali, ALT – il giornale partecipato, il Gruppo d’Acquisto Solidale… e tanti altri progetti in cantiere e future proposte.

Vorremmo fare il punto insieme ed incontrarci con questa comunità che esiste, e che ci piacerebbe rendere sempre più partecipe.

Per questo vi invitiamo a partecipare all’assemblea aperta
DOMENICA 28 GENNAIO 2018
Ore 13:00 Pranzo senegalese a cura del Baobab Street Food / Catering
Ore 14:30 Assemblea aperta – A che punto siamo?
Vi aspettiamo!

∎ CHI SIAMO
A maggio 2012 un gruppo di attivisti, cittadini, professionisti precari e disoccupati occupa l’ex stabile della Motorizzazione Civile in via Nola 5 – abbandonato da anni – per dare vita a Scup Sport e Cultura Popolare. Un progetto, anzi un sogno, che ospitava al suo interno innumerevoli attività: sport, cucina, concerti, spazio bimbi, una biblioteca, un mercato e molte altre iniziative, sempre dal basso e popolari.

Nel 2013 il primo sgombero e, immediatamente dopo, la successiva ri-occupazione.

https://www.dinamopress.it/news/dossier-scup-contro-la-speculazione/

https://www.dinamopress.it/news/quando-scup-incontra-fip-chiamale-se-vuoi-dismissioni/

https://comune-info.net/2015/04/la-zingarata-dei-proprietari-di-scup/

Il 7 maggio 2015, dopo due anni di tentativi di trattativa, viene autorizzato l’ennesimo sgombero questa volta con tanto di ruspe e demolizione (non autorizzata!) di gran parte dell’edificio. A questo punto la linea perseguita da proprietà e istituzioni è chiara: gli spazi di vitalità e socialità vanno rasi al suolo, meglio ruderi e macerie piuttosto che dare spazio e voce alla cittadinanza!

https://www.internazionale.it/opinione/christian-raimo/2015/05/13/sgomberi-occupazioni-roma

http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/05/07/news/scup_sgombero-113760618/

http://www.retedellaconoscenza.it/blog/2015/05/08/roma-le-idee-sono-a-prova-di-ruspa-scup-non-si-ferma/

Ma i sogni non si sgomberano e quello stesso giorno dopo un partecipatissimo corteo spontaneo di attivisti e cittadini, Scup occupa un nuovo spazio abbandonato in via della Stazione Tuscolana 84, trovando una nuova casa. Da quel momento non ci siamo più fermati.

Arquata Calling: cena + live Willi De Punk & the Rebels Demens

SCUP PER ARQUATA DEL TRONTO: MUSICA LIVE E MENU TIPICO PER UNA GRANDE SERATA SOLIDALE

Sabato 13 gennaio 2018 iniziativa di solidarietà per Arquata del Tronto, il comune delle Marche più colpito dal sisma 2016, con 51 vittime e 9 frazioni rase al suolo.
Musica e gastronomia,per raccogliere i fondi necessari per donare una postazione informatica pubblica alle aree SAE di Borgo 1 e Borgo 2, dove attualmente risiedono coloro che hanno perso la casa e spesso anche il lavoro a causa del sisma.
Piccole promesse che contiamo di mantenere.

La serata verrà aperta da un dibattito all’attuale situazione di Arquata, con proiezione di video e distribuzione di materiale informativo sulle aziende agroalimentari che resistono sul territorio.
Il menu dell’Hostaria Agli Scuppiatti per l’occasione comprenderà prodotti tipici dell’Alta Valle del Tronto, dai salumi alle salse di funghi e tartufo, il tutto accompagnato da ottimo vino marchigiano.
Ingresso a sottoscrizione libera.
A seguire lo spettacolo di Willi De Punk & The Rebels Demens, guidato da Giampaolo Nerini, con un live set che è anche performance teatrale.

Info: https://www.facebook.com/events/1198890760242134/